Verso una città a misura di bambino

Senigallia 30/11/-0001 -
Mercoledì 27 Febbraio, presso la sala della Mediateca, si svolgerà il convegno Città sostenibile dei bambini e delle bambine. Esperienze a confronto sulla mobilità scolastica”, promosso dal Consiglio Delle Donne e l’Associazione Genitori Senigallia in collaborazione con il Comune.

di Claudia Costantini
claudia@viveresenigallia.it


Una città in cui ogni bambino possa girare liberamente in bici o a piedi, dove sia più facile vivere e incontrarsi e, soprattutto, dove le strade non siano intasate dalle auto. E’ questo l’obiettivo che l’Age e il Consiglio delle Donne vogliono raggiungere attraverso una serie di iniziative che prevedono la stretta collaborazione del Comune e delle scuole senigalliesi. Tanto per cominciare è previsto per venerdì prossimo, presso la Sala della Mediateca, un convegno sulla Città sostenibile dei bambini e delle bambine che ha come argomento principale le modalità con cui gli scolari delle scuole medie ed elementari senigalliesi raggiungono le proprie aule. Durante il convegno verranno presentati i dati del sondaggio sulla mobilità scolastica svolto dall’Age su un campione di scuole cittadine. Da esso è emerso che la maggior parte degli alunni( il 44% nella bella stagione e ben il 66% nel periodo invernale) raggiunge l’edificio scolastico in auto. Questo dato conferma una realtà sotto gli occhi di tutti: nelle ore del mattino e a ridosso dell’ora di pranzo le strade adiacenti alle scuole si intasano di auto, soprattutto se si tratta di giornate di pioggia. Ciò, oltre creare gravi disagi alla mobilità, comporta un notevole aumento dell’inquinamento in aree frequentate da bambini.
Ma quali sono i motivi che inducono i genitori ad utilizzare prevalentemente l’auto per accompagnare i propri figli a scuola? Oltre alla comodità e al clima avverso, dal sondaggio risulta che sono anche la mancanza di mezzi e la pericolosità delle strade a spingere il genitore ad usufruire dell’auto.
Partendo da questi dati il Consiglio delle Donne e l’Age vorrebbero elaborare una proposta, da studiare in stretta collaborazione con le Istituzioni, che si prefigga di far diminuire l’utilizzo delle autovetture come mezzo per portare i bimbi a scuola. Questo rappresenta un cambio culturale necessario per consentire ai bambini di muoversi autonomamente e soprattutto senza pericoli nelle vie cittadine.
Il Convegno previsto per venerdì si compone di due parti: nella mattinata avrà luogo l’esperimento di Consiglio Municipale dei bambini durante il quale gli alunni delle medie e delle elementari elaboreranno ed approveranno un documento sulla possibilità che un bambino ha di muoversi in maniera autonoma nella città. Durante il pomeriggio saranno dibattuti alcuni temi in relazione agli effetti del traffico motorizzato sulla salute dei bambini e sulla loro autonomia di movimento. Sarà presentato, inoltre, un esperimento effettuato nel quartiere delle Saline in collaborazione con la Marchetti relativo all’elaborazione di un percorso casa- scuola che tenga conto delle vie più utilizzate dagli alunni per raggiungere l’edificio prendendo in considerazione la sicurezza di queste ultime.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 febbraio 2004 - 1999 letture

In questo articolo si parla di