il resto del carlino: Multiyacht, i dipendenti: ''Chiederemo il fallimento''

Senigallia 30/11/-0001 -
E' saltato l'incontro tra i sindacati e la società.
Dopo le dimissioni del liquidatore fallimentare si dovrà attendere ancora per stabilire le modalità di pagamento degli stipendi arretrati


Per il "Multi Yacht", il cantiere navale posto in liquidazione, si profila l'ipotesi dell'istanza fallimentare.
La decisione dei sindacati è scaturita dopo la nuova "fumata nera" di ieri, giornata nella quale era previsto un incontro con i titolari ed il liquidatore della società.
«Nella tarda mattinata di oggi (ieri ndr) è arrivata la comunicazione che non ci sarebbe stato nessun incontro» spiega il responsabile sindacale della Cisl, Maurizio Andreolini. «Nessuno ha ricevuto quindi la delegazione composta da Mauro Saltarelli della Fim Cisl, Sergio Giacchetti della Cgil e Renzo Perticaroli della Uil».
Che cosa doveva scaturire dall'incontro? «Con la proprietà ed il liquidatore, i responsabili avrebbero dovuto concordare e stabilire le modalità di pagamento ai dipendenti rimasti senza spettanze. Ed invece non si è presentato nessuno».
«Ed a quanto ci risulta sembra che la proprietà stia aspettando la convocazione di una ulteriore assemblea dei soci per designare il nuovo liquidatore che a quanto sappiamo, si sarebbe dimesso dall'incarico».
«A questo punto per tutelare gli interessi dei dipendenti – conclude Andreoli – stiamo valutando la possibilità di effettuare i conteggi delle mensilità e delle spettanze dovute e quindi procedere alla richiesta di istanza fallimentare. Un’ipotesi che poteva e può essere scongiurata attraverso un verbale d’accordo».





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 febbraio 2004 - 2360 letture

In questo articolo si parla di





logoEV