Domenica il centro torna ai pedoni

Senigallia 30/11/-0001 -
I dettagli della chiusura al traffico.
I bus navetta, le biciclette messe a disposizione dal comune e i veicoli elettrici in prova allevieranno il disagio.


In adesione alla campagna regionale contro le polveri sottili presenti nell’atmosfera, Senigallia chiuderà al traffico motorizzato le vie del suo centro storico nella giornata di domenica prossima, 8 febbraio, in una fascia oraria che va dalle 9 del mattino alle ore 19,30 della sera.
Questa iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione Comunale in accordo con tutte le categorie economiche e sociali (Assindustria, Confesercenti, Confcommercio, CNA, CLAAI, CONFAPI, Confartigianato, CGIL, CISL, UIL), come momento di conoscenza e di approfondimento del problema dell’inquinamento da polveri sottili e della sua incidenza sulla salute umana.
La zona che verrà chiusa alla circolazione dei veicoli a motore è quella corrispondente all’antica città pentagonale: si tratta cioè di tutti gli spazi ricompresi all’interno del perimetro costituito da Viale Rossini, Via Annibal Caro, Via Raffaello Sanzio, Viale Bonopera, Viale Leopardi, Stradone Misa. Queste vie saranno naturalmente percorribili, ma al loro margine destro saranno posizionate transenne per impedire l’accesso al centro storico, area nella quale non sarà possibile circolare.
Sono due in particolare gli inviti da rivolgere ai cittadini. In primo luogo si ricorda che le autovetture situate nella zona interdetta durante il periodo di attuazione dell’iniziativa non potranno essere spostate: pertanto tutti i residenti nel centro che domenica vorranno utilizzare la loro vettura dovranno avere l’accortezza di spostarla al di fuori del perimetro della città storica entro le ore 9 del mattino.
Il secondo invito riguarda invece tutti coloro che risiedono fuori dal centro storico ed è quello di evitare comunque, per quanto possibile, l’uso delle automobili, in modo da non intasare oltre misura le zone immediatamente a ridosso del centro.
Va ricordato che restano esonerati dal divieto i veicoli elettrici, i mezzi di soccorso e di polizia, i taxi e i mezzi al servizio di persone disabili.
Per attenuare i disagi, si ricorda altresì che il raggiungimento delle zone interdette alla circolazione sarà agevolato da bus navetta che collegheranno il parcheggio scambiatore dell’area Cityper con Viale Leopardi. Le navette partiranno ogni cinque minuti nelle fasce orarie 10-12,30 e 16-19,30. Sulla Strada Arceviese saranno collocati dei cartelli per informare chi arriva in città della presenza dei parcheggi scambiatori.
In Piazza Saffi saranno inoltre a disposizione delle biciclette e sempre qui sarà possibile provare delle auto elettriche per circolare in città.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 febbraio 2004 - 1830 letture

In questo articolo si parla di