corriere adriatico: ''Lucciole'' clandestine arrestate e processate

Senigallia 30/11/-0001 -
Tre ragazze bulgare non sono state arrestate tra Marzocca e Marina di Montemarciano.


Non avevano rispettato una il decreto di espulsione dall'Italia emesso nei suoi confronti a settembre, altri due il termine dei cinque giorni entro i quali, per ordine della Questura, avrebbero dovuto lasciare il nostro paese.
Per questo l'altra notte tre prostitute bulgare sono state arrestate dai carabinieri di Senigallia durante un'operazione per il controllo della prostituzione. Le tre donne, di età compresa fra i 22 e i 29 anni, sono state fermate fra Marzocca e Montemarciano, mentre erano al lavoro, e arrestate in base alla legge Bossi-Fini. Le tre ragazze giovanissime sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Senigallia nel corso di un servizio contro la prostituzione.
Controlli che i carabinieri hanno particolarmente intensificato proprio per scoraggiare un fenomeno che precedentemente aveva assunto proporzioni preoccupanti.
Lungo la Statale, nel territorio senigalliese, sono stati anche apposti segnali di divieto di sosta, proprio per scoraggiare i clienti e le lucciole dal frequentare l'Adriatica.
Le tre bulgare sono state processate ieri mattina per direttissima e condannate a due mesi e 20 giorni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 febbraio 2004 - 2553 letture

In questo articolo si parla di





logoEV