vj: Il risultato delle primarie rafforza la coalizione di centrosinistra

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La straordinaria partecipazione registrata anche a Jesi per le primarie dell'Unione denota come i cittadini avvertano in maniera diffusa l'esigenza di un forte coinvolgimento nella vita democratica del Paese, evidenziando inoltre che, se ci sono i giusti stimoli, quella distanza tra politica e gente comune non è poi così marcata come qualcuno vuole lasciar credere.

dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it


Ritengo che questo sia il primo importante segnale delle votazioni di domenica scorsa. Ed è un segnale diretto e preciso a chi ha responsabilità politiche ed amministrative di qualsiasi livello, indipendentemente dall'appartenenza a questo o a quello schieramento: i cittadini chiedono di essere coinvolti, di partecipare, di essere protagonisti, insomma di non essere solo elettori passivi.

È inoltre evidente, in seconda battuta, che la grande affluenza alle urne sia stata legata da un lato alle forti aspettative che il popolo del centrosinistra ripone per le prossime elezioni, dall'altro alla profonda delusione verso questo governo di centrodestra. Ed è una delusione non da sottovalutare, perché dimostra come i cittadini abbiano preso piena coscienza del fatto che la politica di questo governo è davvero lontana dai propri bisogni. Non c'è stata necessità che gli enti locali - estremamente preoccupati per gli ulteriori pesanti tagli inseriti nella prossima Finanziaria - avviassero iniziative particolari per far comprendere ai propri amministrati che di questo passo vengono messi in discussione servizi primari per la collettività, come quelli educativi e culturali, o indispensabili investimenti nelle opere pubbliche. Non ce n'è stata necessita perché l'informazione è arrivata alla popolazione, carica di preoccupazione e di ansie.

Partendo da queste considerazioni è naturale oggi auspicare che il candidato prescelto sappia farsi carico delle grandi aspettative riposte in lui per presentare un programma di governo in grado di offrire risposte precise, garanzie certe nello sviluppo, nell'occupazione, nei servizi, nella tutela dello stato sociale. Non sarà certamente semplice, perché la situazione dei conti pubblici è quella che è. Per questo mi sento in dovere di inviare a Romano Prodi e a tutte le forze del centrosinistra il più grande in bocca al lupo per la sfida a cui sono chiamati.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 ottobre 2003 - 1393 letture

In questo articolo si parla di





logoEV