s2w: Traffico a Fano: doppio senso in via Gabrielli, proposta assurda

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Riportare a doppio senso Via Gabrielli è una proposta assurda, che dimostra, ancora una volta, quanta improvvisazione e impreparazione, caratterizzino le politiche sulla mobilità della Giunta Aguzzi.

da Lupus in Fabula Onlus


Quando le strade non riescono più a sostenere l’umento del traffico, i sensi unici sono la soluzione universalmente adottata per continuare a mantenere la sicurezza dei vari utenti (pedoni, ciclisti e automibilisti), garantire la fluidità, offrire alcune opportunità per la sosta.
Se queste considerazioni sono vere in linea generale, lo sono ancora di più per Via Gabrielli, che ha una sezione stradale stretta, e auto che sostano su entrambe le banchine.

L’assessorato alla Mobilità e all’Ambiente invece di prendere provvedimenti efficaci contro le polveri sottiti, invece di mettere in sicurezza le piste ciclabili ed i marciapiedi, invece di favorire la mobilità a basso impatto ambientale ed il trasporto pubblico, si preoccupa di dare risposte alle lobby elettorali.
Alla base di queste scelte, c’è l’idea che non si debbano porre dei limiti allo scorazzare delle auto, nell’indomita illusione che le auto rappresentino l’esempio più alto di libertà individuale e l’icona della modernità. Tra i paladini del “lasciateci andare dove ci pare” c’è anche un consigliere dei DS, Palmiro del Bianco, che vorrebbe trasformare a doppio senso tutte le strade a senso unico.

Questa proposta non ci può fare che piacere.
Poiché con questi provvedimenti arriveremo presto alla paralisi del traffico. Allora sarà gioco forza andare a piedi o in bicicletta.
Andando di questo passo la prossima idea dei nostri amministratori sarà probabilmente quella di eliminare i cartelli stradali.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 settembre 2003 - 1417 letture

In questo articolo si parla di ambiente, lupus in fabula





logoEV
logoEV