s2w: Più produttività e progettualità per fra fronte alla crisi finanziaria

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Presso la sede della Giunta regionale, si è tenuto l’incontro del Comitato d’intesa Regione – Anci – Upi – Uncem - Aiccre – lega autonomie locali, per discutere del bilancio regionale di previsione 2006, dell’istituzione del consiglio delle autonomie locali (CAL) e del programma delle infrastrutture strategiche.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Presenti all’incontro il presidente Spacca, gli assessori regionali Pistelli, Amagliani e Mezzolani, il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Ucchielli, il presidente della Provincia di Ancona, Giancarli, il presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Rossi, l’assessore al bilancio della Provincia di Macerata, Pantanetti, il sindaco di Ancona, Sturani, il sindaco di Ascoli Piceno, Celani, rappresentanti delle comunità montane.
Spacca si è soffermato, aprendo i lavori, sul difficile contesto finanziario, evidenziando che lo scenario che si prospetta richiede una politica di rigore. Le ridotte risorse a disposizione devono essere sfruttate al meglio perseguendo una maggiore produttività e migliorando la progettualità delle amministrazioni pubbliche.
Per il Presidente della Giunta regionale il calo dei trasferimenti dal governo centrale è ormai una costante tendenza delle ultime finanziarie a cui è necessario far fronte aumentando la razionalità d’impiego e la capacità di reperimento di risorse sfruttando canali nuovi rispetto ai tradizionali trasferimenti statali.
Malgrado il difficile contesto finanziario, tuttavia, le risorse complessive destinate ai servizi sociali sono rimaste inalterate rispetto allo scorso anno, mentre sono stati stanziati circa 15 milioni di euro per gli investimenti previsti dal patto per lo sviluppo. A questi si aggiungono circa altri 15 milioni di euro per la casa. Tra gli argomenti principali dell’incontro di giovedì prossimo con il ministro Lunardi, Spacca rappresenterà l’esigenza di rilanciare intese istituzionali di programma su rete ferroviaria, rete stradale e filiera logistica rappresentata da porto, aeroporto ed interporto.

La recente decisione di non comprendere Ancona tra i maggiori scali nazionali, mette in crisi lo sforzo di proiezione verso est messo in campo e che interessa non solo le Marche bensì tutto il centro Italia.
Il presidente del consiglio regionale, Minardi, si è soffermato infine sugli aspetti relativi all’istituzione del comitato delle autonomie locali, organo consultivo previsto dallo Statuto regionale. La prossima riunione del Comitato d’intesa è prevista tra circa dieci giorni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 settembre 2003 - 1054 letture

In questo articolo si parla di politica





logoEV
logoEV