s2w: Perù: in memoria delle vittime della Guerra Sporca

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
"El ojo que llora" (L’occhio che piange): è questo il nome scelto per il monumento dedicato alle oltre 69.000 vittime della violenza di matrice politica che devastò il Perù tra il 1980 e il 2000, inaugurato nella capitale Lima a due anni dalla pubblicazione del rapporto della Commissione per la verità (Cvr).



Ideato dall’artista Lika Mutal, "El ojo que llora" è concepito come un labirinto con al centro una pietra "madre" di 4 tonnellate su cui è poggiata una seconda ovale a forma di occhio da cui scaturisce una fontana a simboleggiare le lacrime. Ai piedi della scultura si dirama un sentiero circolare formato da 69.000 pietre, una per ogni vittima, a cominciare dal primo nome rintracciato dalla Cvr, quello di Prado, un neonato vissuto appena pochi mesi scomparso nel 1985.
In quegli anni perdemmo la dignità, la vergogna e il senso etico, quello che questo monumento cerca di restituirci interpellando gli abitanti di Lima di fronte all’indifferenza del passato” ha detto il filosofo Salomon Lerner, già presidente della Commissione, partecipando all’inaugurazione.
"El ojo" è solo la prima di una serie di opere attorno a cui sorgerà la cosiddetta "Alameda de la Memoria" (Viale della Memoria) nella zona del "Campo de Marte".

da Misna.org
(www.misna.org)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 settembre 2003 - 924 letture

In questo articolo si parla di





logoEV