s2w: Missionario ucciso in Congo-Brazaville

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Un missionario dell’Ordine francescano dei Frati minori (Ofm), fra’ Angelo Redaelli, è morto ieri mattina in seguito all’aggressione subìta dopo aver investito con un'auto una bambina di 3 anni in un villaggio della diocesi di Owando, circa 500 chilometri a nord della capitale del Congo-Brazzaville.

di Luana Fiorelli
luanafiorelli@vsmail.it


Il sacerdote, 40 anni e da due anni nel Congo-Brazaville, era alla guida di un fuoristrada con a bordo altre 8 persone, missionari francescani e suore clarisse. Al verificarsi dell'incidente il missionario si è fermato per prestare soccorso ma non c'era più nulla da fare, la bambina era morta sul colpo.

Secondo le informazioni che si sono ricevute una piccola folla di parenti della vittima si è radunata sul posto aggredendo il sacerdote. Il padre della bambina avrebbe attaccato il missionario italiano con un machete, provocandogli delle ferite mortali. Domani il nunzio apostolico Andrés Carracosa Coso presiederà una celebrazione nella cattedrale della capitale; in serata il feretro del missionario francescano, partirà per l’Italia con un volo ‘Air France’ per essere portato a Turate, in provincia di Como, dove vive la famiglia.

Molto e giusto risalto si è dato all'orrore dell'omicidio del missionario, il presunto assassino pagherà con il carcere la sua colpa ma rimane il fatto che una bambina di soli 3 anni è morta e questo sembra forse essere passato in secondo piano.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 settembre 2003 - 1378 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV